Gillardi - Farigliano CN

Il rispetto del vitigno autoctono “dolcetto” è totale e questo permette di ottenere vini di profondità, come è nel carattere autentico del Dolcetto di Dogliani. Poi le proposte innovative: nel 1993 nasce quasi per gioco l’Haris, cui ha fatto seguito il Merlo’ nel 2004 e il Granè nel 2005. Infine il Fiore di Harys che unisce la fragranza del dolcetto con i profumi del sirah, merlot e cabernet sauvignon.